Troisi&DelToro

     
Nell’appuntamento di questa settimana vi propongo ben 6 titoli che riguardano due grandi attori, diversissimi tra loro, ma entrambi protagonisti indiscussi del mondo del cinema.
Niente è dovuto al caso: infatti OGGI, 19 febbraio, ricorrono i compleanni del compianto Massimo Troisi e del tenebroso Benicio Del Toro.
Cominciamo con i 3 film del grande attore e regista napoletano, scomparso prematuramente ventisette anni fa. Seguiranno le 3 pellicole dell’attore portoricano.
1. Non ci resta che piangere: esilarante commedia ambientata a Frittole nel 1400, “quasi 1500”. I due protagonisti, Mario (Troisi) e Saverio (Benigni), si trovano catapultati per puro caso nel Rinascimento, dove dovranno adattarsi ai costumi e agli usi dell’epoca. Scene comiche diventate pietre miliari del cinema italiano in uno dei film più divertenti di sempre.
2. Ricomincio da tre: diretto e interpretato da Troisi, la pellicola racconta di Gaetano, un giovane napoletano che decide di trasferirsi a Firenze per dare una svolta alla sua vita. Qui incontrerà diversi personaggi singolari e anche una donna che gli farà perdere la testa.
3. Il postino: ultima fatica di Troisi, terminata pochi giorni prima della sua dipartita. Malinconica commedia sentimentale ambientata in una meravigliosa isola che accoglie il grande poeta Pablo Neruda.
4. Wolfman: il mio film preferito con protagonista Del Toro. A fine ‘800 un attore teatrale giramondo torna nella sua casa d’origine in Inghilterra dopo la morte del fratello. Qui scoprirà cose inimmaginabili su di sé.
5. Paura e delirio a Las Vegas: una controversa commedia con protagonisti Benicio del Toro e Johnny Depp. Un giornalista e un avvocato approfittano di un viaggio di lavoro a Las Vegas per darsi alle droghe e agli eccessi più sfrenati.
6. Traffic: pellicola del 2001 che valse l’Oscar a del Toro, diretta dal genio Steven Soderbergh. Cast d’eccezione per tre storie legate da un unico denominatore: il traffico di droga tra Messico e Stati Uniti.