Mito di Eros

Eros, anche conosciuto come Cupido, è il dio dell’amore fisico e del desiderio sessuale.

Si dice che sia nato dall’uovo cosmico e che sia stato il primo degli dèi, poiché senza di lui nessuno degli altri sarebbe potuto nascere.

Secondo questa versione, egli era un contemporaneo della Madre Terra e del Tartaro, e soprattutto era privo di un padre e di una madre, a meno che non si voglia prendere per sua genitrice Ilizia, la dea della nascita.

Tuttavia, altri sostengono che egli fosse il figlio di Afrodite e di una divinità maschile non ben identificata, forse Zeus, Ares o Ermes.

In ogni caso, Eros era un ribelle, non rispettava né l’età né la condizione altrui, ma svolazzava con le sue ali dorate scoccando frecce a caso e facendo innamorare chiunque.

Il fatto che gli si attribuissero vari genitori si spiega da sé: Ermes era un dio fallico, Ares, in quanto dio della guerra, rafforzava il desiderio nelle donne dei guerrieri, mentre la leggenda che farebbe di Eros il figlio di Afrodite e di Zeus punterebbe a dimostrare che la passione sessuale non si ferma neppure dinanzi all’incesto.

Comunque sia, per la sua irresponsabilità, Eros non fu mai considerato degno di figurare tra la famiglia olimpica dei Dodici Dèi.